CONDIZIONI GENERALI DI VENDITA

ARTICOLO 1

CONFERMA DELL’ORDINE

Ti-Emme S.r.l. vende e consegna gli articoli presentati nel catalogo online di finestrestore.it sul territorio nazionale Italiano. I prezzi esposti si intendono I.V.A. esclusa. Le fotografie sono a carattere puramente illustrativo e quindi non vincolanti.

L’ordine inviato viene messo in stato di “Attesa di pagamento” e non è vicolante per il Committente fino al suo pagamento.

ARTICOLO 2

VALIDITÀ E REVOCA DELL’ORDINE

Quando l'ordine viene pagato diventa vincolante ed irrevocabile per il Committente.

Ti-Emme S.r.l. si riserva il diritto di accettare o meno gli ordini che verranno effettuati, in tal caso i sig.ri clienti saranno avvisati via e-mail entro un massimo di sette giorni dal ricevimento dell’ordine d’acquisto.

Ci riserviamo il diritto di annullare l'ordine in casi particolari quali: merce andata fuori produzione, errori di magazzino, improvvisa irreperibilitĂ  del prodotto, errori di battitura prezzi, e di contattare l'acquirente per offrirgli alternative o cancellare l'ordine stesso. Nei suddetti casi provvederemo a riaccreditare gli importi eventualmente versati.

Il prezzo di ogni posizione è strettamente legato alla sua misura, quantità e modello. Tutte le variazioni che interverranno in seguito alle misurazioni definitive del Committente o a sue diverse esplicite richieste ci autorizzeranno a variare l’importo pattuito.

ARTICOLO 3

TERMINE DI CONSEGNA

I termini di consegna indicati nella conferma d'ordine non sono da ritenersi impegnativi.

Il termine di consegna pattuito scatta solo nel momento in cui abbiamo ricevuto, dal parte del Committente, tutti i rilievi e specifiche per l'approvvigionamento o produzione dei prodotti.

Eventuali modifiche richieste dal Committente potranno variare i termini di consegna.

Possibili ritardi non possono dare diritto ad alcun indennizzo o annullamento dell’ordine.

Il Committente verrà avvisato quando la merce è pronta presso la nostra sede e, se non specificatamente concordato, sarà sua premura ritirarla con mezzi idonei per dimensione e peso della stessa. Nell'impossibilità di ritiro merce pronta entro 30 giorni dal nostro avviso, si procedere alla fatturazione dello stoccaggio del materiale fermo a magazzino, con la richiesta al Committente del relativo pagamento mensile.

Le spedizioni che superano in peso e/o importo i valori massimi previsti dal sistema di trasporto, saranno suddivise in piĂą spedizioni di peso e/o importo compreso nei valori massimi; in questo caso le spese di spedizione si applicheranno per ogni singola spedizione.

ARTICOLO 4

LIMITI DI RESPONSABILITA' - RECLAMI

I reclami riguardanti difetti di costruzione, dei materiali o dei prodotti non corrispondenti a quanto pattuito, devono essere sollevati solamente per iscritto a mezzo raccomandata a.r. entro 14 giorni dal ritiro o se pattuito il trasporto dal ricevimento della merce intestata a: Ti-Emme S.r.l. Via del Lavoro 2/a 41051 Castelnuovo Rangone (Mo).

Non si accettano reclami dovuti a danni o altro causato dal trasporto o incuria del Committente o suoi incaricati.

ARTICOLO 5

DIRITTO DI RECESSO

Il diritto di recesso può essere esercitato dal Committente entro 14 giorni lavorativi dal ritiro della merce.
Il recesso può essere esercitato dal Committente senza dover fornire alcuna motivazione e senza dover sostenere alcun costo.

Il diritto di recesso si esercita:

a) con l'invio entro il termine previsto di una comunicazione sulla falsariga di quella allegata in bozza allo stesso Codice del Consumo (Allegato I, Parte B);
b) con l’invio di un’analoga “dichiarazione esplicita”.

Il venditore ha l’obbligo di restituire il prezzo pagato nel minor tempo possibile e comunque entro il termine massimo di 14 giorni dalla ricezione della comunicazione.
Il consumatore deve provvedere alla restituzione della merce, sempre entro il termine di 14 giorni dalla data di invio della comunicazione relativa al recesso.
Per i contratti riguardanti la vendita di beni, condizione essenziale per l'esercizio del diritto di recesso è la sostanziale integrità del bene da restituire. Secondo la legge, il consumatore è responsabile unicamente della diminuzione di valore della merce risultante da una manipolazione diversa da quella necessaria per stabilire la natura, le caratteristiche e il funzionamento dei beni stessi (art. 57 D.Lgs. 206/2005).

Il diritto di recesso non si applica:

a) ai contratti di servizi dopo la completa prestazione del servizio se l'esecuzione è iniziata con l'accordo espresso del consumatore e con l'accettazione della perdita del diritto di recesso a seguito della piena esecuzione del contratto da parte del professionista;
b) alla fornitura di beni o servizi il cui prezzo è legato a fluttuazioni nel mercato finanziario che il professionista non è in grado di controllare e che possono verificarsi durante il periodo di recesso;
c) alla fornitura di beni confezionati su misura o chiaramente personalizzati;
d) alla fornitura di beni che rischiano di deteriorarsi o scadere rapidamente;
e) alla fornitura di beni sigillati che non si prestano ad essere restituiti per motivi igienici o connessi alla protezione della salute e sono stati aperti dopo la consegna;
f) alla fornitura di beni che, dopo la consegna, risultano, per loro natura, inscindibilmente mescolati con altri beni;
g) alla fornitura di bevande alcoliche, il cui prezzo sia stato concordato al momento della conclusione del contratto di vendita, la cui consegna possa avvenire solo dopo trenta giorni e il cui valore effettivo dipenda da fluttuazioni sul mercato che non possono essere controllate dal professionista;
h) ai contratti in cui il consumatore ha specificamente richiesto una visita da parte del professionista ai fini dell'effettuazione di lavori urgenti di riparazione o manutenzione. Se, in occasione di tale visita, il professionista fornisce servizi oltre a quelli specificamente richiesti dal consumatore o beni diversi dai pezzi di ricambio necessari per effettuare la manutenzione o le riparazioni, il diritto di recesso si applica a tali servizi o beni supplementari;
i) alla fornitura di registrazioni audio o video sigillate o di software informatici sigillati che sono stati aperti dopo la consegna;
l) alla fornitura di giornali, periodici e riviste ad eccezione dei contratti di abbonamento per la fornitura di tali pubblicazioni;
m) ai contratti conclusi in occasione di un'asta pubblica;
n) alla fornitura di alloggi per fini non residenziali, il trasporto di beni, i servizi di noleggio di autovetture, i servizi di catering o i servizi riguardanti le attivitĂ  del tempo libero qualora il contratto preveda una data o un periodo di esecuzione specifici;
o) alla fornitura di contenuto digitale mediante un supporto non materiale se l'esecuzione è iniziata con l'accordo espresso del consumatore e con la sua accettazione del fatto che in tal caso avrebbe perso il diritto di recesso.

ARTICOLO 6

EMISSIONE FATTURA

Il Committente si impegna a farci pervenire la documentazione necessaria per la fatturazione. Il Committente assicura che le dichiarazioni sono veritiere e si assume espressamente ogni responsabilitĂ  civile e penale sui dati dichiarati.

ARTICOLO 7

GARANZIA

La garanzia entra in vigore dalla data di consegna della merce ed ha validità per anni DUE, che si intende quella risultante dall'apposito documento fiscale indipendentemente dall'entrata in funzione della stessa. Fermo quanto sopra specificato, la garanzia prestata è franco nostra sede e limitatamente ai materiali e quindi sono esclusi il diritto di chiamata, la manodopera per l'intervento richiesto e le spese di viaggio o pernottaemnto, addebitati al Committente al prezzo orario e di listino in vigore alla data di esecuzione. Si ritengono inoltre escluse avarie o danni causati da vizi delle opere murarie e/o trascuratezza, negligenza, inadeguatezza dello stato d'uso al quale il prodotto è destinato e, in ogni caso, da un suo uso anomalo.

ARTICOLO 8

FORO COMPETENTE

Per qualsiasi controversia è unicamente competente il Foro di Modena.